Magnen e Beven 16/04/2016

INTRODUZIONE ALL’ANGOLO CULINARIO

di Saverio Piccirillo

Si dice: “Bianco con il pesce, rosso con la carne, e spumante con il dolce”, e sembra fatta !! Ma è proprio così ? E se anche fosse vero e così semplice, … ma perché ?
In realtà non è affatto vero, o meglio, non è sempre vero e non è così semplice. L’abbinamento perfetto tra un piatto ed un vino dovrebbe tener conto di mille sfumature, e non riguarda solo la “materia prima principale” che contribuisce al piatto, ad esempio pesce o carne o verdure, ma soprattutto la tecnica con cui viene cucinato, e le innumerevoli varianti rese possibili da condimenti, erbe aromatiche, spezie e … fantasia dello Chef !!
Pensate ad un normalissimo piatti di spaghetti con le vongole (pesce), cambierà qualcosa nel gusto se l’aglio lo facciamo soffriggere fino ad imbiondirsi, se lo lasciamo, o lo togliamo subito, … o non lo mettiamo affatto; E se aggiungiamo o meno, e quanto, pomodoro per un classico sughetto “in rosa”; E se aggiungiamo, e quanto, prezzemolo, peperoncino, … o pepe. Possibile che il miglior vino sia sempre lo stesso ?
E si parlava di un piatto semplicissimo della tradizione mediterranea, figuriamoci se pensiamo genericamente alla “carne”; Stesso vino per pollo in brodo e … brasato di cinghiale all’aglianico con funghi porcini ??
No, in teoria perfino la stessa ricetta, se preparata da due cuochi diversi, potrebbe richiedere vini diversi.
E quindi ? … ci facciamo una birretta e tanti saluti !!!
Scherzavo, e quindi dal prossimo numero proverò a darvi delle dritte su come provare ad accostare un carattere di un piatto con un carattere di un vino, affinché si possano sposare nel migliore dei modi; perché, lo scopo finale, è sempre quello: “Ogni boccone deve invitare a bere ancora un sorso, ed ogni sorso deve invitare a mangiare ancora un boccone” … e poi tutto dipende da se finisce prima il piatto, o prima il vino !!
Salute !!

1 Commento

  1. Saverio , a leggere l’articolo , mi é venuta fame …ed anche sete , di vino , ovvio ! Aspetto con ansia i prossimi articoli !

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*